Beatrice Lorenzin: la ministra senza laurea che vuole farci ammalare tutti.

Tempo di Lettura: 3 minuti

Chi è Beatrice Lorenzin, la ministra della Salute

Beatrice Lorenzin nasce a Roma da padre istriano (croato), trasferitosi a Roma dal 1947 e da madre fiorentina.

Come titolo di studio ha solamente il diploma di maturità classica, eppure è la Ministra della Salute dal 23 Aprile 2013.

Criticata per molte ragioni in questi anni ( ne parlo qui sotto ), è salita alla ribalta in questi giorni per il Decreto Legge sui Vaccini.

 

Incarichi Governativi

Ministro della Salute

Dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 ha ricoperto l’incarico di Ministro della salute nel governo Letta, succedendo a Renato Balduzzi.

Durante il primo incarico il suo ministero è stato investito del caso del controverso metodo Stamina.

Beatrice Lorenzin è nota per le posizioni conservatrici in tema di legalizzazione delle droghe leggere, diritti degli omosessuali e riconoscimento delle coppie di fatto, del tutto in linea a quelle già espresse dal suo collega ed ex Ministro Carlo Giovanardi.

Il 22 febbraio 2014 viene riconfermata nel nuovo esecutivo guidato dal presidente del consiglio Matteo Renzi alla guida sempre dello stesso ministero.

Tra i temi all’ordine del suo mandato, fra gli altri, il caso del virus ebola e la fecondazione eterologa, una forma di procreazione assistita, dopo la pronuncia di incostituzionalità da parte della Corte Costituzionale, del divieto operato dalla legge 40 creata e varata dal suo precedente partito.

Il 12 dicembre 2016 viene chiamata per la terza volta a ricoprire la carica di ministro nel governo guidato da Paolo Gentiloni, diventando l’esponente politico che più a lungo ha ricoperto la carica di Ministro della Salute per di più non essendo in possesso di una laurea.

Controversie

Sulle segnalazioni dei casi sospetti di reazioni avverse ai vaccini anti-influenzali è entrata in polemica nel 2014 con i governatori delle regioni , ricevendo molti giudizi negativi per i toni usati, anche da esponenti politici di destra.

Piuttosto accesa inoltre nello stesso anno la querelle sull’igiene delle scuole con il sindaco di Roma Ignazio Marino, e quella con il sindacato dei poliziotti SILP CGIL che in campagna elettorale per le elezioni Europee 2014 l’ha pubblicamente accusata di aver inopportunamente adoperato uomini e mezzi di Stato usati come taxi.

In merito al disegno di legge di natura governativa che porta il suo nome, ha ricevuto critiche dalle categorie delle professioni sanitarie per l’intenzione di voler qualificare come sanitarie pratiche non convenzionali senza il preventivo parere tecnico scientifico del Consiglio Superiore di Sanità.

A febbraio 2015, invece, sono apparse eccessive le sue censure all’assessorato alla sanità della Regione Siciliana per un caso di malasanità, ancorché la Regione veniva da anni di precedenti gestioni amministrative del centro destra, ed è stata oggetto di critiche per aver bloccato l’introduzione di norme in favore della liberalizzazione e della concorrenza nel mercato della farmaceutica e per essersi dichiarata pubblicamente favorevole al rincaro del ticket per l’accesso al pronto soccorso con codice bianco.

Posizioni politiche

Beatrice Lorenzin ha espresso la sua contrarietà alla legalizzazione delle droghe leggere che, a suo avviso, porterebbe danni estremi per la salute dei cittadini.

È contraria all’estensione del diritto al matrimonio in favore delle coppie dello stesso sesso e alla possibilità di adottare dei figli o avere accesso alle pratiche di fecondazione assistita.

Durante il Governo Monti si esprime per la cancellazione dell’introduzione dei libri elettronici nella scuola italiana per rispondere alle perplessità sollevate da molti insegnanti, esperti e pedagogisti, tradottesi anche in sollecitazioni provenienti dalla lobby delle case editrici, come da lei asserito pubblicamente.

 

 

 

Alcune fonti prese su Wikipedia.

Summary
Article Name
Beatrice Lorenzin: la ministra senza laurea che vuole farci ammalare tutti.
Description
Beatrice Lorenzin come titolo di studio ha solamente il diploma di maturità classica, eppure è la Ministra della Salute dal 23 Aprile 2013.
Matteo Berardi
Il Mondo Che Vorrei
Il Mondo Che Vorrei